Magazine

Le 4 semifinaliste della Champions League 2017

La strada verso Cardiff è segnata. La Champions League è arrivata alle semifinali con quattro squadre che sognano di alzare la Coppa dalle grande orecchie, la più ambita di tutte. C’è ancora tanta Spagna e, se la Juventus non avesse eliminato il Barcellona, sarebbe stato predominio assoluto.

E c’è ancora il Real Madrid: l’onnipresenza dei Blancos è impressionante e la squadra allenata da Zidane è senza dubbio la favorita numero uno per la vittoria finale. Con un CR7 esplosivo, con i suoi 100 gol in Champions, le Merengues puntano alla dodicesima Coppa Campioni della loro storia: nessuno come loro. Il Real Madrid è arrivato in semifinale per ben 27 volte, raggiungendo la finale in 14 occasioni. Solo 3 le finali perse dai Blancos, che non escono sconfitti da una finale di Champions dal lontano 1981. Zidane cerca la doppietta, anche se contro i cugini dell’Atletico non sarà facile.

Infatti, nel quartetto che aspira al trionfo c’è di nuovo anche l’Atletico Madrid, alla terza semifinale negli ultimi quattro anni. La squadra del Cholo Simeone non sarà certo molto spettacolare, ma sicuramente è dotata di quel cinismo e di quella concretezza tipica del calcio italiano. La lunga militanza in serie A del suo tecnico ha senza dubbio giocato un importante ruolo nella sua forma mentis da allenatore. L’Atletico quest’anno ha vinto 7 delle 10 partite giocate, perdendone solo una e con 13 gol fatti a fronte dei 5 subiti. Sul suo cammino quest’anno ha incrociato Bayer Leverkusen e Leicester, non certo due avversarie irresistibili. Per Griezmann & C. queste semifinali saranno il primo vero banco di prova in questa Champions. Dopo 3 finali perse, la fame di vittoria potrebbe giocare un ruolo importante a Cardiff.

APPROFONDIMENTI  Il prossimo futuro del mobile gaming sarà ancora più tech

A proposito di fame, la Juventus è forse quella che ne ha dimostrata di più fino ad ora: la grande impresa contro il Barcellona ne è senza dubbio la dimostrazione, non tanto per le tre reti rifilate ai blaugrana a Torino, quanto per quello zero nella cartella “reti subite” quando di fronte hai gente come Messi, Suarez e Neymar. Nella sua storia la Juventus ha giocato ben 11 semifinali, l’ultima delle quali nel 2015 contro il Real Madrid- vinta per 3-2 nel doppio confronto-, vincendone 8 e perdendone 3. I bianconeri puntano a conquistare un trofeo che manca dal lontano 1996 e che, secondo gli analisti di scommesse sul calcio online di questa web, quest’anno potrebbe essere alla sua portata. Ma, attenzione: la Juventus detiene anche il triste record di finali perse, che non vorrà di certo incrementare.

Di fronte alla Juventus ci sarà un Monaco che ha dimostrato di aver fatto passi da gigante nel corso degli ultimi anni, sia grazie alla crescita del suo tecnico, Leonardo Jardim, sia per la nascita (e rinascita) delle sue stelle Falcao e Mbappè, che proveranno a scardinare la difesa bianconera, al momento la meno battuta della Campions League. Ma non solo: il Monaco ha qualità da vendere con Lemar, Mendy e Bernardo Silva, oltre a Bakayoko, pilastro del centrocampo. I monegaschi, con i loro 21 gol, hanno fino ad ora uno dei migliori attacchi della competizione, ma di contro hanno anche una difesa molto perforata, con ben 16 reti subite. L’ottavo di finale contro il City ne è la dimostrazione lampante: un 6-6 nel doppio confronto che ha regalato ai monegaschi la qualificazione ai quarti, dove hanno poi spazzato via il Borussia Dortmund. Il miglior risultato internazionale della squadra monegasca è la finale persa per 3-0 contro il Porto di Josè Mourinho nell’edizione 2004.

Categories
MagazineNews

COMMENTA IL POST

*

*