Gaming

Gioco d’azzardo e informazione – Italia Vs America

Americani molto più informati e consapevoli sul gioco d’azzardo

Quando si parla di casinò è facile che le reazioni siano divise tra chi arriccia il naso e chi dal gioco d’azzardo è attratto e non disdegnerebbe qualche puntata alle slot machine. Ma come si suol dire ‘Paese che vai, usanza che trovi’ e così spostandosi oltreoceano per arrivare in America le opinioni sui casinò è completamente diversa da quella degli italiani. Un recente sondaggio svolto dall’AGA (American Gaming Association) ha così messo in evidenza come gli americani sono molto più informati e consapevoli sul gioco d’azzardo al punto che 9 su 10 affermano di
stabilire preventivamente un budget di spesa e di riuscire a controllare le proprie finanze durante le sessioni di gioco in modo da saper definire esattamente il momento in cui smettere di giocare. Addirittura 8 visitatori regolari su 10 dichiarano di conoscere perfettamente quali sono le modalità di un gioco responsabile. Inoltre l’opinione pubblica giudica positivamente la presenza di casinò nel proprio comune di residenza perché giudicato, da 6 americani su 10, come risorsa economica per il territorio oltre che occasione per la creazione di posti di lavoro. L’industria del Gaming viene infatti vista come “community partner”.

È in quest’ottica positiva che Bill Miller, presidente e CEO di AGA, afferma con entusiasmo e soddisfazione che il gioco responsabile è uno degli aspetti principe nel settore americano del Gaming. I risultati di questo sondaggio dimostrano come l’impegno sia effettivamente ripagato da ottimi risultati che costituiscono senza dubbio il miglior avversario per lo sviluppo di dipendenza da gioco d’azzardo. Miller auspica che il lavoro portato aventi fino ad ora possa essere portato avanti per ottenere risultati in continua crescita.

APPROFONDIMENTI  Le 4 migliori mosse finali del mondo del wrestling

Indubbiamente il panorama americano è del tutto diverso da quello italiano, basti pensare che l’industria del gioco d’azzardo mette a disposizione di iniziative e campagne di formazione ed istruzione per il gioco responsabile oltre 300 milioni di dollari. Oltre Ale innumerevoli iniziative di recupero per i soggetti che soffrono di dipendenza patologica da gioco d’azzardo. Ogni anno il programma “Responsible Gambling Collaborative” coinvolge molti enti e influencer oltre ad esperti in materia per promuovere il gioco responsabile.

In effetti i meccanismi che il gioco d’azzardo innesca nella mente dei giocatori possono essere delle trappole se non si è informati e consapevoli. Ad esempio il fenomeno conosciuto come Gambler’s fallacy o Monte Carlo fallacy dimostra che spesso ci si accanisce su convinzioni totalmente infondate. La notte del 18 agosto 1913 al Casinò di Monte Carlo la pallina della roulette si fermò per ben 26 volte su un numero nero e questo causò perdite notevole per i giocatori che più vedevano uscire numeri neri è più si convinceva i che il successivo giro avrebbe dato come risultato un numero rosso. Alla ventisettesima volta il numero sul quale la pallina si fermò fu rosso, ma per 26 giocate la pallina dimostrò ai giocatori di quel tavolo che non è possibile stabilire una logica e quindi creare una strategia di gioco. Un giocatore non informato su meccanismi mentali ed episodi che fanno parte della storia del gioco d’azzardo ha maggiori possibilità di sviluppare dipendenza. Proprio per questo motivo l’AGA promuove iniziative di informazione oltre ad aver stilato e fatto sottoscrivere a tutti gli associati un codice di condotta per il gioco responsabile.

APPROFONDIMENTI  Più iniziative contro le dipendenze da gioco: l’intervento della Gaming Commission britannica

 

Categories
GamingNews

COMMENTA IL POST

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.